Rent to buy

Il rent to buy consente di realizzare un acquisto immobiliare in caso di mancanza di liquidità.
È stato introdotto con l’art. 23 della Legge 133 del 2014 e consente all’acquirente di entrare subito nella disponibilità del bene e quindi di utilizzarlo da subito mentre la proprietà mantiene la titolarità sino al saldo totale del prezzo pattuito.

Le fasi:
1- l acquirente consegue il godimento del bene e paga un canone periodico. Va sempre indicata la componente imputabile a canone e quella imputabile a corrispettivo;
2- l’acquirenre acquista la proprietà del bene mediante atto notarile corrispondendo un saldo prezzo al netto degli acconti già versati.

La parte più significativa della normativa è la possibilita di trascrivere il contratto, alla pari di un preliminare notarile.
La trascrizione del rent to buy ha durata di 10 anni ( attualmente il preliminare classico ha una durata massima di 3 anni)

E la manutenzione?
A livello straordinario rimangono a carico della proprietà mentre quelle ordinarie le paga chi utilizza il bene. 

Per il contratto di locazione si può utilizzare la cedolare secca?
Si, se il concedente è un privato e si tratta di immobile residenziale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici − 5 =